top of page
  • Farmacia Vitruvio

Allergia o Intolleranza? Conosci la differenza?

Aggiornamento: 3 gen

Se ne parla molto, ma spesso i due termini sono usati in modo inappropriato o confusi tra loro. Senza contare che, inoltre, le due sintomatologie hanno cause e cure diverse.




Il primo step?

Escludere eventuali intolleranze, grazie ai numerosi test che oggi si possono fare in Farmacia.

Quali sono le differenze

Entrambe legate all’ingestione di cibi (e indicate come nausea, diarrea, vomito, disturbi polmonari, riniti, eruzione cutanea, orticaria), sono, invece, reazioni avverse agli alimenti ben distinte le une dalle altre. Le allergie coinvolgono la risposta del sistema immunitario, volta ad eliminare proteine « estranee » (gli allergeni) al nostro organismo attraverso la produzione di anticorpi, per esempio le immuno-globuline del siero, che inattivano la sostanza allergenica.

L’intolleranza alimentare, al contrario, non coinvolge generalmente il sistema immunitario e in nessun caso si verifica la produzione di anticorpi : la si può definire l’incapacità permanente o transitoria a utilizzare certi nutrienti.

Si stima che il 2% degli adulti e dal 2 all’ 8% dei bambini presentino reazioni allergiche a certi alimenti che si manifestano in brevissimo tempo (calcolato in minuti e al massimo 2 ore) anche in presenza di quantità minime di allergeni, quello che si definisce « effetto soglia di reazione ». Nelle intolleranze invece c’è un effetto dose/risposta, cioè la manifestazione morbosa è proporzionale alla quantità di cibo ingerito e all’accumulo di sostanze sospette (offending food).


Intolleranze alimentari: le cause

Sono molteplici: possono derivare da :

- costituenti di taluni alimenti ( vino, pomodori, ananas),

– additivi alimentari (coloranti, solfiti, monosodioglutammato),

– -contaminanti (antibiotici, microorganismi),

– nickel contenuto in diversi alimenti come legumi, cavoli, porri, piselli, spinaci ecc.

Le intolleranze più diffuse sono quelle provocate da carenze di enzimi digestivi : l’intolleranza al latte è rivolta a uno dei suoi costituenti il lattosio, ed è dovuta a un deficit, congenito o a inizio tardivo, di lattasi, l’enzima prodotto dalle cellule intestinali che scinde il lattosio nei suoi costituenti (glucosio e galattosio), che solo così possono essere assorbiti. È rara una carenza di lattasi nel neonato, mentre dopo lo svezzamento e in età adulta si assiste a un declino di lattasi variabile a seconda delle etnie e della distribuzione geografica: fino a 100% nelle popolazioni asiatiche e africane, mentre in Europa si attesta intorno ai 20-30 %. Da segnalare che la storia dell’alimentazione ci insegna che la fermentazione del latte, dai tempi remoti ad oggi, permette di ridurre di circa il 40% il contenuto di lattosio (che si trasforma in acido lattico).


Quindi allergia ed intolleranza sono patologie ben distinte, anche se molte cause sono comuni: il problema è individuarne le fonti responsabili per guidare il consumatore nella scelta della sua dieta, anche in funzione della sua reattività.


Vuoi saperne di più? Vieni a parlarne con noi in Farmacia Vitruvio, possiamo testare fino a 184 intolleranze diverse!


Oppure scrivici, siamo a tua disposizione:

whatsapp: 3456754038

email: info@farmaciavitruvio.it

0 visualizzazioni0 commenti
bottom of page