top of page
  • Immagine del redattoreFarmacia Vitruvio

Soffri di stanchezza, disturbi gastrointestinali, gonfiore cefalea?

Hai mai pensato di essere allergico al nichel da ingestione?


Vieni in Farmacia Vitruvio a fare il Test Genetico di sensibilità al Nichel, è veloce, non invasivo, e ti permette di conoscere la tua sensibilità al Nichel. È uno strumento fondamentale per comprendere meglio il tuo organismo e scegliere un’alimentazione corretta.


Per prenotare o per info:

Whatsapp: 3456754038

Via vitruvio 39, angolo settembrini, Milano


Hai qualcuno di questi sintomi?

  • stanchezza, spossatezza e malessere diffuso;

  • Dermatiti da contatto, prurito;

  • gastrointestinali: intenso gonfiore addominale, dolore all'addome spesso con crampi, diarrea o stipsi, afte in bocca, gengiviti;

  • Gonfiore, ritenzione idrica

  • urinari: bruciore, cistiti ricorrenti;

  • ginecologici: prurito, perdite, candida ricorrente;

  • perdita di capelli e fragilità delle unghie;

  • neurologici: cefalea, capogiri, vertigini, formicolii agli arti, crampi


Potresti soffrire di allergia o sensibilità al Nichel

L’allergia al Nichel colpisce il 15/20% della popolazione e può essere scatenato da orecchini, collane e orologi, da altri oggetti metallici come monete e stoviglie o addirittura da alcuni saponi, cosmetici e detersivi. Può presentarsi come dermatite da contatto, che si scatena, come dice il nome, al contatto con l'allergene. Può, però, anche manifestarsi (o trasformarsi nel tempo) come sindrome da allergia alimentare sistemica (SNAS).



Dove si trova il Nichel?

In molti alimenti, nell’acqua e in tantissimi oggetti di uso comune.

Viene utilizzato per:

  • la produzione di articoli di bigiotteria (orecchini, piercing etc.) e accessori (ciondoli, chiavi, occhiali, cinture);

  • oggetti metallici in genere come pentole, stoviglie e monete;

  • detersivi, saponi e cosmetici (in questo caso la sua assenza deve essere dichiarata sull’etichetta)”.

Una volta scatenata l’allergia è consigliabile evitare tutto ciò che contiene Nichel: compresi gli alimenti. Moltissimi cibi contengono Nichel, quelli più ricchi sono:

  • molti tra vegetali e frutti;

  • i prodotti da forno lievitati;

  • il cacao;

  • il tè;

  • i legumi;

  • la frutta secca;

  • gli asparagi;

  • le cipolle e l'aglio

  • gli spinaci;

  • i pomodori;

  • il pesce azzurro e i molluschi”.


I consigli in caso di dermatite da contatto

Evitare il contatto con il metallo. E questo vale sia per gli oggetti metallici di uso comune sia per i prodotti per l'igiene personale, detersivi e cosmetici che lo contengono. Sono in commercio pochissime linee di prodotti per l'igiene personale, cosmetici e detersivi certificati a bassissima concentrazione di nichel.

Per lenire i sintomi si possono usare farmaci quali antistaminici e corticosteroidi per bocca o steroidi applicati in crema sulla pelle, a seconda dell’indicazione dello specialista”, suggerisce la dottoressa Milani.


I consigli in caso di allergia alimentare sistemica

Nel caso invece dell'allergia alimentare sistemica, una delle prime misure è adottare una dieta, dapprima di privazione eliminando tutti gli alimenti che abbiamo visto essere più spesso causa di manifestazioni cliniche, per poi reintrodurli uno a uno in modo da capire quali siano quelli nocivi per il di singolo paziente”.

Oltre a fare attenzione all’alimentazione, buone abitudini per chi soffre di allergia al nichel sono non utilizzare utensili con nichel per la cottura degli alimenti ed evitare il fumo di sigaretta (nelle sigarette il nichel è presente in misura di 1-3 μg).


Si ingrassa con l’allergia al nichel?

Più che ingrassare può verificarsi un aumento di gonfiore e ritenzione idrica.


30 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page